Tokyo con la pioggia, 7 cose da fare.

Oggi è il 13 ottobre. Sono appena rientrata a casa da un pranzo con le amiche, schivando per un pelo l’acquazzone che proprio ora si sta abbattendo sulla città. Stiamo aspettando il tifone Vongfong (n° 19), che qualche ora fa ha raggiunto Okinawa e che si prospetta essere il tifone più potente dell’anno. Domani le scuole sono chiuse e probabilmente i treni si fermeranno tra qualche ora.

Soon.

Soon.

Non mi dispiace che arrivi un po’ di pioggia, ogni tanto. È sempre un’ottima scusa per rimanere a casa, mettersi sotto le coperte con del caffè latte (come si scrive? caffè latte? caffellatte? café latte?) e guardare dieci puntate di fila di una serie tv a caso (MYMADFATDIARY). Un acquazzone ogni tanto non è un problema, posso rimandare gran parte delle commissioni a un giorno di bel tempo e comunque sfruttare le mie giornate in modo produttivo (ah ah ah no).

Il problema si presenta soprattutto per quelli che dopo aver risparmiato ogni centesimo per cinque anni e accumulato giorni di ferie su giorni di ferie lavorando fino allo sfinimento riescono finalmente a mettere via soldi e tempo necessari per l’agognato viaggio in Giappone, 14 giorni in cui vedere, fare, provare, amare, comprare tutto il possibile. Pensate che sfiga se su 14 giorni ne beccate anche solo tre di pioggia. Ho pensato quindi di scrivere questo post per condividere con voi quello che ho imparato finora sui giorni di pioggia qui a Tokyo. Non preoccupatevi, qualcosa da fare si trova sempre – però quando c’è il tifone è meglio se state a casa, che si fermano anche i treni e dopo è un po’ un casino muoversi/ tornare a casa. Ecco dunque una lista di cose da fare per passare il tempo quando piove, senza perdersi nulla di Tokyo.

1. Kinokuniya, Shinjuku. La libreria più grande in cui abbia mai messo piede è raggiungibile direttamente dalla galleria che collega la stazione di Shinjuku a quella di Shinjuku Sanchome, quindi non dovrete aprire l’ombrello nemmeno per un nanosecondo. Otto piani di libri (ce n’è anche uno dedicato interamente ai libri in lingua straniera), manuali, fumetti, riviste e qualsiasi cosa possiate aver voglia di leggere.

2. Qualsiasi altro negozio, ristorante o centro commerciale accessibile dalla galleria che collega la stazione di Shinjuku a quella di Shinjuku Sanchome. Sono inclusi Marui OIOI (abbigliamento, accessori, lifestyle), Biccamera ビッカメラ (elettronica), UNIQLO (abbigliamento basic), BookOFF (libri, manga, videogame, CD e DVD usati), Lumine ルミネ (abbigliamento e accessori femminili), Takano (frutta che vi costerà un rene) e altre millemila cose che vi porteranno via almeno un pomeriggio.

3. Se piove ma non diluvia potete anche pensare di fare un salto all’osservatorio del Tokyo Metropolitan Government Building (Shinjuku). Ci si arriva in una decina di minuti (di cui cinque al coperto) a partire dall’uscita ovest della stazione di Shinjuku, seguendo le indicazioni per Tokyo Tocho Biru 東京都庁ビル. L’osservatorio è aperto tutti i giorni dalle 9:30 alle 23:00 ed è gratuito (al contrario della maggior parte degli altri osservatori di Tokyo), per ulteriori informazioni controllate qui.

SPOILER ALERT

SPOILER ALERT

4. Nakano Brodway, Nakano. Prendete l’uscita nord della stazione e siete subito lì, a percorrere quel lungo corridoio fatto di negozi di vestiti, calzini, elettronica, ramen, sushi, sukiyaki e soprattutto GENTE che vi condurrà senza margine d’errore in quel paradiso per otaku pretenziosi e vintage che è Nakano Broadway. Che stiate cercando i videogiochi a cui giocavate quand’eravate bambini, merchandise di One Piece, action figure dei personaggi della Disney o bozzetti autografati dai vostri mangaka preferiti, Nakano Brodway difficilmente vi deluderà. È un po’ come stare ad Akihabara, ma è tutto conglomerato in un centro commerciale (anche i maid café, sì), e l’aura di vecchiume e mistero che vi investirà ad ogni negozio vi porterà a voler cercare tra gli scaffali, accompagnati dalla speranza di trovare qualche oggetto da collezionisti venduto a pochi spiccioli, qualche ricordo della vostra infanzia, qualcosa. IMG_3567 IMG_3575 5. Due passi nelle vie commerciali (shotengai 商店街) coperte dei quartieri che preferite. Personalmente consiglio spassionatamente Koenji (home sweet home), soprattutto se vi piace andare a spiluccare nei mercatini dell’usato alla ricerca di vestiti vintage ed incredibilmente economici. A Koenji ne trovate ovunque, e trovate anche un sacco di giovani vestiti in modo strano originale per un po’ di sano sight-seeing metropolitano. Se i negozi dell’usato non fanno per voi, invece, puntate allo shotengai di Kichijoji, dove sarebbe più semplice elencare le cose che non potete trovare. Al terzo posto sono praticamente costretta a mettere la via commerciale di Asakusa, dove potete trovare tutto quello che “fa tanto Giappone”. Kimono, yukata, ventagli, sandali, stampe e così via. Decisamente non il mio genere, ma magari è il vostro, chissà. E se poi smette di piovere potete anche fare un salto al Sensoji, imperdibile. IMG_1289 6. Percorrere tutta Tokyo sulla Yamanote. Ventinove stazioni attraversate in poco più di un’ora, paesaggi che cambiano, un posto a sedere all’asciutto (in realtà per il posto a sedere potrebbe volerci un po’, ma perseverate e andrà tutto liscio): cosa si può volere di meglio? E al modico prezzo di un euro! Mettiamo che partiate da Shinjuku. Comprate il biglietto più economico. 130 yen. Timbrate il biglietto. Salite sulla Yamanote, fate tutto il giro, godetevi il paesaggio, scattate qualche foto, quello che volete. Scendete di nuovo a Shinjuku un’ora dopo (o, se preferite, alla stazione successiva). Timbrate di nuovo il biglietto, che verrà divorato dalle macchinette. Macchinette che penseranno che voi siate entrati e usciti nella stessa stazione, o che abbiate percorso solo una fermata. Smooth, cheap and legal.

7. Karaoke. Il karaoke giapponese non potrebbe essere più diverso da quello italiano. Mentre in Italia si parla di cantare davanti a sconosciuti, con basi midi e sentendosi costantemente messi in imbarazzo dai soliti pro che monopolizzano il bar (di solito gli stessi organizzatori delle serate), in Giappone i karaoke sono edifici di alcuni piani che ospitano decine di salette private, dove cantare di fronte ai vostri amici o, perché no, anche da soli. I prezzi si aggirano comunemente sui 1000 yen all’ora (beati quelli che stanno fuori Tokyo, lì costa almeno la metà), con sconti in caso di lunghe permanenze. 2014-10-06 20.01.16 Ci sarebbero altre cose da aggiungere: Ikebukuro Sunshine City, il cinema, i musei, i bagni pubblici… Tokyo con la pioggia non perde la sua bellezza, anzi; i colori si fanno più vivi, l’aria si rinfresca e le strade in parte si svuotano, quindi si può approfittare di un giorno di pioggia anche per visitare luoghi solitamente affollati come il Sensoji, di cui ho parlato prima, le strade di Shibuya (non aspettatevi una Trento di lunedì sera però), Harajuku o Ueno.

Chi ha viaggiato in Giappone ultimamente? Come avete passato i giorni di pioggia?

Buon lunedì a tutti e buona settimana❤

2 thoughts on “Tokyo con la pioggia, 7 cose da fare.

  1. Ciao! Scusa, ma mi sono sentita in dovere di commentare, sono esattamente una di quelle persone che ha risparmiato per anni e ha sacrificato 4 anni di vacanze per farmi 2 settimane a Tokyo, come sognavo da una vita. E il 13 ero proprio lì, nel bel mezzo dell’acquazzone! La mattina il mio ragazzo ed io siamo stati ad Asakusa a vedere il Sensoji, per fortuna c’era solo una pioggerellina leggera e ce la siamo goduti, nel pomeriggio siamo tornati ad Akihabara per le ultime compere, ma sul tardi, quando siamo tornati a Ueno il tratto di strada dal ristorante all’albergo è stato disastroso, la pioggia infuriava e noi cercavamo invano di proteggere le buste coi nostri acquisti… Per fortuna è stato l’unico giorno in cui il tempo non è stato clemente, ha piovuto ancora un po’ mercoledì 15, ma mooolto di meno. Quel giorno eravamo al Miraikan a vedere i robot umanoidi e le navette spaziali **
    Avevo tenuto d’occhio le previsioni del tempo da settimane prima della partenza, e ogni giorno erano sempre peggiori, perciò siamo stati felici di avere 12 giorni di bel tempo e solo 2 di pioggia ^^

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s