Non sono morta, aggiornamenti, cose, altre cose.

L’ultimo articolo di questo blog risale al 20 maggio. L’ultimo post sulla pagina Facebook risale all’11 giugno.
Vi chiederete che scuse io abbia per aver abbandonato WordPress per così tanto tempo. Vorrei tanto dirvi che sono a Tokyo, eh, cosa vi aspettate, cioè a Tokyo c’è un sacco da fare, mica ho tempo per aggiornare sempre il blog! Invece stavo facendo questo.

2014-09-28 12.59.30

Scherzo, dai. È che da inizio maggio a inizio agosto ho lavorato part-time, e il passare cinque ore al giorno tra le mie adorabili colleghe giapponesi che mi sfottevano perché andavo a vendere scarpe fighelle in Vans mi ha prosciugato tutta la voglia di vivere. Mi dispiace ma non ho abbastanza punti esperienza per sbloccare l’abilità “portare un tacco 12 per più di 15 minuti”.

In questi mesi è successo molto e molto poco, allo stesso tempo. Vivo sempre allo stesso modo, nella stessa casa, con le stesse persone. Frequento sempre la stessa scuola, facendo sempre lo stesso lavoro (fino ad agosto, almeno), mangiando sempre le stesse cose.

Ho avuto un po’ di tempo per pensare a cosa voglio fare della mia vita e ho deciso di voler rimanere qui, nel bene e nel male, ancora per qualche tempo. Sono venuta a Tokyo con l’idea di proseguire il mio percorso universitario, iscrivendomi a una laurea magistrale (大学院, daigakuin) per ricercare in lungo e in largo il metodo migliore per insegnare il giapponese agli italiani. Ho pensato di volerlo fare per tutta la durata della laurea triennale a Venezia e per i primi mesi di quest’anno. La magia è sparita. Non ho voglia di fare ricerca, non ho voglia di sbattermi altri due anni in un’università dove di fatto non ti insegnano nulla di nuovo e ti spronano solamente a ricercare e pubblicare cose. Non ho voglia di provare e fallire, magari vedendo mia tesi finale scomparire nel mare delle altre tesi uguali, come succede in triennale. Non ho voglia di studiare altri due anni e trovarmi al punto di partenza, con due lauree alle spalle e nessun lavoro all’orizzonte.
“Ebbasta Anna che sega che sei abbiamo capito che non c’hai voglia, taglia corto dai!”
Allora ho pensato, “cos’è che mi piace fare?”. A me piace disegnare, mi piacciono i videogiochi, mi piacciono le cose belle e mi piace parlare in giapponese. Se in Italia avessi detto questa cosa a qualcuno probabilmente quel qualcuno mi avrebbe guardata con tanta compassione, mi avrebbe dato una pacca sulla spalla e mi avrebbe detto qualcosa del tipo “suvvia Anna, basta sognare. Hai pensato invece di andare a lavorare come cameriera in Inghilterra? Oppure mandare un curriculum alla Coop vicino a casa?”
Invece sono in Giappone, la terra dove i ricci sono animali domestici e dove i sogni si realizzano (sì, le due cose sono strettamente collegate), e dove lavorare nel mondo dei videogiochi è possibile.

Ho deciso di iscrivermi alla Tokyo Designer Gakuin, una senmon gakko (scuola di specializzazione) che ha consacrato all’arte gente del calibro di Susumu Hirasawa e basta essenzialmente, but still che si presenta con un’offerta formativa enorme e variegatissima.
Una roba così

Una roba così

Dopo aver frequentato diversi open day, dopo aver parlato con diversi insegnanti/senpai/consulenti e dopo aver ottenuto l’approvazione di mamma e papà (vvb) ho deciso di presentare la domanda d’iscrizione al dipartimento di Game Creator, indirizzo Game Character Design.
Sono stata sottoposta ad un colloquio preventivo, dove testavano il mio essere me stessa, la mia voglia di pormi delle sfide e la mia capacità di emozionarmi (?). Insomma, pare che ad emozionarmi io sia molto brava perché il colloquio è passato liscio liscio in dieci minuti, concludendoci con “ottimo, puoi iniziare a portarci i documenti necessari”.
Sono tuttora nella fase dei documenti necessari. Tra fotocopie di tutti i documenti d’identità che ho, certificazioni sanitarie linguistiche anagrafiche, libretti bancari mio, dei miei, del mio riccio e della figlia dell’allenatore di calcio di mio cuggino, fototessere scansioni firme e chi più ne ha più ne metta, giuro che non ne vengo più fuori. Fortuna che ho ancora tre settimane per raccattare il tutto e consegnarlo. Esperare che il suddetto tutto sia sufficiente per farmi avanzare allo step successivo, quello del test d’ingresso (eh, era troppo facile sennò). Se supero anche quello, da aprile sarò ufficialmente enrolled per due anni, alla fine dei quali ti promettono un tasso di occupazione del 92% entro i primi sei mesi. Quasi come a Ca Foscari.

Passando a cose più serie, come forse avrete capito ho un riccio di nome Sherlock.

CARINO

MA QUANTO

SEI

SEI

MA QUANTO

CARINO

E voi come state, amici? Cosa avete fatto in tutti questi lunghissimi mesi?
A presto❤

7 thoughts on “Non sono morta, aggiornamenti, cose, altre cose.

  1. WOW
    Sono senza parole da quanto è bello quello che racconti. Ti invidio, nel senso buono del termine, cioè che la tua storia in Giappone mi appassiona a tal punto che vorrei averla vissuta io in un’altra vita. Ammiro molto la tua scelta.
    Ho solo una domanda che mi tengo dentro da troppo tempo e che non posso più esimermi dal porti: ma cosa mangia un riccio?

  2. Ehi, ciao!! Ti giuro che è bellissimo risentirti, è meraviglioso, AMO il tuo blog e tu sei bravissima a scrivere i post❤ Ho cercato di contattarti su Facebook così magari potevamo conoscerci, e magari ti chiedevo delle informazioni.. Dimmi se sei disposta per favore a farla😀
    Io verrò a Tokyo l'anno prossimo, in Estate perchè io e il mio ragazzo abbiamo intenzione di trasferirci fra qualche anno, (abbiamo tutto pronto, adesso dobbiamo solo aspettare) e quindi veniamo un po' a vedere com'è❤
    Ps: Sherlock è stupendo *^*
    Fammi sapere, ciao!

    • Hey ciao, grazie per tutti i complimenti❤
      Scusa se non ti ho risposto su Facebook, sono stata off per tre mesi e ho perso il filo sia dei commenti del blog che delle mail!
      Ora controllo tutto e poi ti scrivo ;D

      • Fa niente, capisco perfettamente!❤ Nella grande Tokyo si è sempre indaffarati ma sono ultra contenta di averti scritta e che sei tornata *.* Fai dei post che nessun'altro sa fare😉❤

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s